Routine drenante di primavera

Siamo giunti al mese più classico della routine drenante: le giornate si sono allungate, un bel sole illumina questi giorni di chiusura forzata e il pensiero vola all’estate…

Potremo andare al mare o in piscina? Potremo rilassarci in spiaggia e nuotare liberi tra le onde, o semplicemente fare una sana passeggiata in montagna?

Non conosciamo ancora cosa potremo davvero fare la prossima estate, però una cosa è certa: prendersi cura del proprio corpo è un atto d’amore verso se stessi, non una soluzione last minute per essere tonici e in forma sotto all’ombrellone.

In realtà la primavera è innatamente collegata alla purificazione: le erbe amare della tradizione pasquale, quelle di campo che si va a raccogliere per insaporire frittate, paste fresche, risotti… Questo è davvero un momento dell’anno particolarmente vocato a mettere in atto tutte quelle strategie che aiutano il corpo ad eliminare con maggiore efficacia tossine, acqua in eccesso e le adiposità localizzate.

Noi lo facciamo con una routine ispirata a CellPack, la linea LEI natura dedicata agli inestetismi della cellulite, e con qualche piccola tip, 3 suggerimenti per 3 ambiti: alimentazione, cura del corpo, attività fisica. Prima di arrivare ai nostri consigli drenanti per la primavera, un doveroso avvertimento. Ingredienti e pratiche drenanti servono a ridurre l’accumulo di liquidi nei tessuti e i prodotti cosmetici contro gli inestetismi della cellulite sono un valido alleato per lavorare sull’epidermide così da ridurre l’apparenza degli inestetismi stessi. In questa sede non vogliamo affatto suggerire diete specifiche o consigli di carattere dietistico o medico, per i quali è sempre indispensabile rivolgersi al proprio medico curante o ad uno specialista, evitando assolutamente il “fai da te”.

Sodio, acqua, tisane

L’alimentazione riveste un ruolo cruciale per aiutare il corpo a liberarsi delle tossine e dei liquidi in eccesso.

  1. In una routine drenante efficace, è importante limitare al massimo il consumo di sodio. Questo minerale, indispensabile per il corretto funzionamento del nostro corpo, è naturalmente presente nella maggior parte degli alimenti che assumiamo, dunque andrebbe evitata l’aggiunta di grandi quantità di sale da cucina nei cibi, perché non risponde al nostro fabbisogno quotidiano e aumenta sensibilmente la ritenzione idrica.
  2. Bere almeno 2 litri di acqua al giorno è un gesto alleato della nostra salute per molti versi. Non da ultimo perché acqua scaccia acqua. Un corretto apporto idrico giornaliero, infatti, stimola la naturale diuresi, favorendo l’eliminazione delle tossine e dei liquidi in eccesso, evitando così ristagni e le conseguenze estetiche sulla nostra pelle.
  3. Tarassaco, carciofo, betulla, gramigna, equiseto, ciliegio: sono numerose le tisane che possiamo trovare in erboristeria e anche nella grande distribuzione, che ci possono venire in aiuto in una routine drenante. Si tratta di erbe ed estratti con proprietà diuretiche, che favoriscono ulteriormente la naturale diuresi, dunque l’eliminazione di tossine e di acqua in eccesso. Calda o fredda, una tazza di tisana drenante al giorno, nel contesto di una dieta equilibrata, iposodica e ricca d’acqua, ci aiuta significativamente a migliorare anche l’aspetto della pelle.

La cura della pelle

I ristagni localizzati di liquidi e le microadiposità, caratteristiche della cellulite, possono essere parzialmente prevenuti con l’alimentazione e l’attività fisica, ma se già presenti richiedono un intervento specifico.

  1. Per una corretta bodycare, è necessario preparare la pelle a tutti i trattamenti, attraverso un’esfoliazione delicata che permette di eliminare le cellule morte. Lo Scrub corpo CellPack, formulato con microsferule di Jojoba, permette di agire meccanicamente sulla pelle del corpo attraverso un massaggio delicato, che contemporaneamente favorisce anche la microcircolazione superficiale, proprio quella responsabile, quando poco funzionante, degli accumuli localizzati di liquidi e tossine. Applicando lo scrub con movimenti circolari e facendo una leggera pressione, dunque, non solo andremo a migliorare l’aspetto della grana della pelle, ma faremo già un primo piccolo massaggio che riattiva la circolazione. Lo Scrub corpo CellPack, inoltre, è ricco di attivi come miele, amido di riso, estratto di cacao che svolgono un azione emolliente, rimineralizzante e antiossidante.
  2. Spesso, dopo il bagno o la doccia, utilizziamo generiche creme idratanti. Se vogliamo lavorare sugli inestetismi della cellulite, rafforzando ulteriormente l’azione drenante della nostra routine, è importante scegliere un prodotto specifico per tutte quelle parti del corpo (gambe, braccia, pancia) che possono essere interessate da adiposità localizzate e/o ritenzione idrica. La Crema corpo CellPack, nata dai trattamenti professionali da centro estetico, unisce ingredienti emollienti ad altri appositamente selezionati per lavorare sugli inestetismi della cellulite, così da permetterne un uso quotidiano. Dopo lo scrub, attraverso un massaggio dolce, fate assorbire progressivamente la crema corpo CellPack: diventeranno così vostri alleati l’edera, tonificante, l’amamelide, protettivo, il rusco, lenitivo e stimolante della microcircolazione, la centella asiatica, vasotonica, la quercia marina, lipolitica e stimolante del metabolismo, l’escina, stimolante della microcircolazione.
  3. Accanto allo scrub e al massaggio con una crema idonea, per intervenire con maggiore intensità sulle zone più interessate dalla ritenzione idrica e dalla cellulite, favorendo ulteriormente le azioni drenante e tonificante, lo Spray corpo CellPack completa la routine. Grazie alla sua formulazione, lo Spray corpo si assorbe velocemente, evitando di lasciare fastidiose sensazioni untuose sulla pelle. I tre attivi principali che mette a disposizione sono il guaranà, una bacca nota da secoli per le proprietà tonificanti e stimolanti che svolgono anche un’azione lipolitica, il mirtillo, dalla preziosa azione vasoprotettrice per aiutare a conservare in buona condizioni il microcircolo superficiale, e la fosfaditilcolina, derivata dalla soia ad azione stimolante e lipolitica.

L’attività fisica

Chiusi nelle nostre case è più facile, forse, intervenire sull’alimentazione e sulla bodycare, ma in una routine drenante per stimolare la diuresi e l’eliminazione delle tossine, l’attività fisica è indispensabile. Grazie ad essa, infatti, il nostro corpo migliora il metabolismo, la circolazione e l’eliminazione delle tossine. Quando potremo tornare ad uscire, anche solo una lunga passeggiata a passo spedito ogni giorno può iniziare a mostrare i suoi effetti. Per il momento però, fermi tra le nostre mura domestiche per la nostra sicurezza e quella degli altri, dobbiamo inventarci altre soluzioni.

Di seguito vi suggeriamo tre semplici esercizi, che è possibile svolgere senza l’aiuto di nessun particolare attrezzo, ma prima un altro piccolo disclaimer. Quando ci dedichiamo al fitness casalingo, soprattutto se siamo un po’ a digiuno di sport, non dobbiamo dimenticare di prenderci alcuni momenti per un po’ di riscaldamento (5/10 minuti di corsa sul posto per esempio) e, soprattutto, dobbiamo riporre molta attenzione a tutti i nostri movimenti. Iniziamo con calma, non cerchiamo di strafare, perché altrimenti rischiamo di farci male e vanificare i nostri sforzi.

  1. Jumping jack. Lo conosciamo tutti, lo facevamo anche a scuola. Stiamo in piedi, con le braccia lungo il corpo quindi, facendo un piccolo salto sul posto, apriamo contemporaneamente braccia e gambe, ritornando poi alla posizione iniziale. Potrebbe non sembrare di primo acchito, ma si tratta di una buona attività aerobica, semplice e che coinvolge molti muscoli contemporaneamente.
  2. Plank. Sono famosi, si sta fermi, ma si esercitano molte parti del corpo. Sdraiati a pancia in giù, quindi alza il busto piegando i gomiti a 90° e mantenendoli allineati alle spalle, lasciando poggiati a terra solo gli avambracci e le punte dei piedi. Rimani fermo così, con la schiena ben dritta, per alcuni secondi, o minuti, a seconda della tua preparazione. Considera che si possono avere notevoli benefici arrivando anche solo ad un totale di 5 minuti al giorno in posizione.
  3. Mountain climber. Dedicato soprattutto a glutei e gambe, fa bruciare calorie e lavora sulla tonificazione. Appoggiati a terra con le mani, tenendole grossomodo allineate con le spalle, e con le ginocchia. A questo punto porta in avanti le ginocchia verso il busto, alternandole, compiendo un movimento fluido.