Pelle mista o grassa: cambio di stagione, cambio di esigenze

L’estate è ormai alle spalle e con il cambio di stagione cambiano anche le esigenze della nostra pelle, anche di quella mista o grassa.

Se è un classico, per le pelli secche soprattutto, affrontare il passaggio dal periodo caldo dell’anno a quello più freddo intensificando la skincare con elementi sempre più nutrienti, spesso ciò non avviene per le pelli miste o grasse, che apparentemente possono tendere a normalizzarsi. In realtà lo stress, soprattutto ossidativo, provocato dal sole estivo (sì, anche per le persone più attente che evitano l’esposizione diretta) porta la pelle a perdere elasticità e a diventare più disidratata, anche se può non sembrare.

Qualche volta, invece, una pelle grassa incrementa la produzione di sebo come forma protettiva a seguito degli aumentati fattori di stress. È importante, allora, cogliere l’occasione del cambio di stagione per dare un’attenzione aggiuntiva alla nostra pelle e, perché no, donarle una coccola aggiuntiva.

Scegli la crema giusta

Avere la pelle mista o grassa non significa affatto essere al sicuro dalla disidratazione, anzi è ancora più difficile rendersene conto. Idratare la pelle è uno step fondamentale in qualsiasi skincare, l’importante è scegliere la texture giusta e gli attivi più appropriati per la propria pelle.

La Crema viso purificante TorbaMoor è formulata a partire dalla TorbaMoor, purificante e rigenerante, con l’aggiunta di acido glicirretinico, antisettico, ed estratto di semi di zucca, dal potente effetto mattificante. Sul fronte dell’idratazione è ricca di aloe e, sopratutto, acido ialuronico, per un’azione emolliente senza l’aggiunta di oli o ingredienti troppo lipidici. La giusta quantità, mattina e sera, permette di offrire alla pelle la sua “quota d’acqua”, lasciandone la superficie completamente opacizzata.

Non esagerare con i detergenti molto disseccanti

La detersione svolge un ruolo importante nella skincare, ancor più nel corso del cambio di stagione da estate ad autunno. Sopratutto le pelli che producono più sebo hanno bisogno di una detersione profonda, che però non vada a disseccare la pelle e a generare effetti contrari di compensazione. L’uso di un’acqua micellare, come quella TorbaMoor, arricchita con acido ialuronico e aloe, permette di mantenere una buona idratazione e di agire contemporaneamente calmando la pelle, grazie alla Camomilla romana, e purificandola con l’azione astringente del timo e della TorbaMoor stessa.

Fai una maschera in più

Non c’è periodo migliore di quello tra due stagioni diverse per dare un boost aggiuntivo di idratazione e rigenerazione con una buona maschera aggiuntiva alla settimana. Se già è buona norma intercalare qua e là nella nostra skincare maschere specifiche per le nostre esigenze di pelle, a maggior ragione dopo un’estate in cui eravamo meno inclini a spendere tempo per la nostra pelle, offrirle qualche attenzione in più. La TorbaMoor, completamente naturale e senza l’aggiunta di altri ingredienti, permette di creare una potente maschera rigenerante, che purifica dolcemente la pelle e ne favorisce la rivitalizzazione e la luminosità. È sufficiente stenderne un leggero strato su tutto il viso, evitando il contorno occhi, e lasciarla agire da 15 a 20 minuti, risciacquando con acqua tiepida.

Consuma più omega 3

Come ripetiamo frequentemente, l’alimentazione è ala base del nostro benessere, anche quello della nostra pelle. Per contrastare la riduzione di elasticità e il maggior numero di radicali liberi, con l’inizio dell’autunno può essere utile aumentare l’assunzione di omega 3, i cosiddetti grassi buoni che fanno bene anche per regolarizzare i livelli di colesterolo nel sangue. Tra le fonti naturali di questi fondamentali acidi grassi sono tutti i pesci più ricchi di lipidi (come salmone, trota, storione, aringa, tonno, sardina), ma è possibile trovarli anche tra i vegetali, in particolare nella frutta guscio (noci per prime) e nei semi di lino.